Prima Edizione Vivere da Sportivi

Vivere da Sportivi 2014

Descrizione I Edizione

“VIVERE DA SPORTIVI: A SCUOLA DI FAIR-PLAY” è nata nell’anno scolastico 2013/2014 come una campagna di sensibilizzazione sui valori etici dello sport rivolta ai ragazzi delle ca 7.000 scuole superiori di secondo grado italiane sia pubbliche che private, patrocinata dal CONI.

Il concept di questa campagna è stato concepito per restituire centralità alla funzione educativa dello sport per stimolare nei ragazzi quei valori etici e sociali indispensabili alla crescita individuale e collettiva, focalizzando l’attenzione su :

•    il rispetto per l’avversario

•    la condivisione delle scelte

•    la corresponsabilità

•    la non violenza

•    la sostenibilità,

•    la solidarietà

•    la lotta al razzismo

•    l’autodisciplina

•    il rispetto delle regole

•    la determinazione nel raggiungimento degli obiettivi

•    lo sport come strumento di integrazione sociale

•    lo sport come diritto inalienabile dei popoli, senza distinzione alcuna di etnia, religione, nazionalità,cultura,territorio

 “Vivere da sportivi: a scuola di fair-play” è stata una delle prime campagne a promuovere la diffusione dello spirito di lealtà nello sport e nella vita quotidiana, sostenendo pertanto i valori etici dello sport contro ogni forma di razzismo, sfruttamento, alienazione ed esaltando i valori di dignità umana, di non violenza e solidarietà tra le persone e tra i popoli.

 

 L’obiettivo è quello di coinvolgere gli studenti  italiani in un progetto pluriennale di comunicazione interattivo che li porti ad essere protagonisti  e      li induca a riflettere  e ad interagire con i loro coetanei  e con l’opinione pubblica in generale, focalizzando l’attenzione su quanto sia importante  assumere atteggiamenti di  vera sportività, abbandonando ed eliminando gli stereotipi del tifo non rispettoso degli avversari e qualsiasi azione che non rientri nello spirito di lealtà  alla base della filosofia dello sport.

 

Nasce quindi come una campagna di educazione civica, della cui necessità si rendono conto per primi proprio gli insegnanti, indispensabile anello perché il progetto abbia successo.

   

 

 

 

La campagna è stata articolata attraverso un concorso dove insegnanti e studenti gareggiano per realizzare spot e brevi video che meglio interpretano il concetto di Fair Play nello sport. Un format comunicativo che ha già prodotto significativi risultati sia in ambito nazionale che internazionale.

Una commissione di esperti, dai media, alle istituzioni, allo sport, ha esaminato gli elaborati ed ha decretato i vincitori i quali sono stati ospiti per tre giorni a Roma  dove l’8 di Ottobre  si è svolta la cerimonia di inaugurazione presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza  ed il giorno successivo, il 9 Ottobre la cerimonia di premiazione presso la Scuola Superiore di Polizia  alla presenza di rappresentanti delle Istituzioni, del mondo dello sport e della scuola. Entrambe le serate sono state un momento di grande emozione e condivisione sia sul piano etico che sul piano umano.

L’efficacia e l’incisività del messaggio lanciato da “Vivere da Sportivi: a scuola di fair-play”sono stati supportati da  TG2 e RAI SPORT, nostri media partner,  che, tramite la messa in onda degli spot e dei video realizzati dalle scuole hanno coinvolto sul tema il grande pubblico.

Sezione Spot

Sezione Video

Liberate il pallone
Liceo Scientifico “L.B. Alberti” di Minturno (LT)

Uniti nel fair play
I.S.S.S. “C. De Titta” di Lanciano (CH)

Colpiamo il doping
Ist. di istruzione Superiore “Francesco Saverio Nitti” di Portici (NA)

Sport specchio della vita
Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” di Sciacca (AG)

Speciale Partecipazione (fuori concorso) di
Sporting! no doping!
I.T.S. “Roberto Rossellini” di Roma

With fair play you can fly away
Liceo Scientifico “P. Metastasio di Scalea” (CS)

Questo è sport
I.I.S. ” Piero Martinetti” di Caluso (TO)

Vincere non basta
Liceo Scientifico “F. Severi” di Frosinone

Gioca e vivi con il Fair Play

I.S.I.S. “Leopoldo di Lorena” di Grosseto

La sfida con me stesso

I.P.S.S.C.T. “Luigi Einaudi” di Ferrara

Il vero vincente

ISTITUTO CAVANIS “Collegio Canova” di Possagno (TV)

Il terzo tempo

I.S.S.S. “C. De Titta” di Lanciano (CH)

Il bivio

I.T.I.S. “Nullo Baldini” di Ravenna

Premi

Il Liceo Scientifico Pietro Metastasio di Scalea (Cosenza) con lo spot “With fair play you can fly away” si è aggiudicato due Medaglie del Presidente della Repubblica

– per il Premio Speciale della Polizia di Stato “Ispettore Raciti” con la motivazione: “Per la Sensibilità sociale che emana dal lavoro. Per il chiaro messaggio trasmesso con innocenza, che conduce alla riflessione e alla speranza
– e per il Miglior Spot, motivazione: “Incalzante nel ritmo. Chiaro nel contenuto di grande importanza e attualità. Uno spot che evidenzia come lo sport possa essere mezzo di solidarietà e di speranza”

A consegnare il primo premio:
– il Prefetto Vincenzo Panico,
– il Direttore Centrale della Specialità della Polizia di Stato Roberto Sgalla
– e la vedeva dell’Ispettore della Polizia di Stato Filippo Raciti, Marisa Raciti.

A consegnare il secondo premio:
– Alberto Miglietta, Amministratore Delegato CONI Servizi.

 

  • Istituto Statale di Istruzione Superiore Leopoldo II di Lorena di Grosseto con il video “Gioca e vivi con il Fair Play” si è aggiudicato la Medaglia del Presidente della Repubblica

    – per il Miglior Video con la Motivazione: “Un video breve, quali elementare nella costruzione ma capace di trasmettere emozione e gioia di vivere. Un video semplice ma che dalla commozione porta alla riflessione”A consegnare il premio:
    – la Presidente della RAI Anna Maria Tarantola, che con profonda commozione ha sottolineato quanto sia importante il ruolo della scuola in Italia, quanto sia difficile ma fondamentale il lavoro degli insegnanti e quanto il servizio pubblico debba lavorare per garantire che iniziative come “Vivere da Sportivi” possano avere la giusta visibilità a livello nazionale.
  • Istituto di Istruzione Superiore Luigi Einaudi di Ferrara per il video “La sfida con me stesso” si è aggiudicato- il Premio speciale della Presidenza della Camera dei Deputati con la motivazione: “Un video ben pensato e realizzato con abilità e passione. Capace di ritrovare ironia e sorriso pur affrontando un problema molto serio, quale è la difficoltà dei ragazzi a rapportarsi con l’esterno”A consegnare il premio:
    – il Presidente della Lega Nazionale Calcio Serie B Andrea Abodi.

     

  • Istituto Secondario di Istruzione Statale Cesare de Titta di Lanciano (Chieti) per lo spot “Uniti nel fair play” si è aggiudicato- il Riconoscimento del Pontifium Consilium de Cultura, con la motivazione: “Un’intuizione da professionisti. Uno spot ben costruito e realizzato che trova nel fair play il comune denominatore che unisce il mondo dello sport”A consegnare il premio:
    – il Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura Mons. Melchor Sànchez de Toca y Alameda.

     

  • Liceo Scientifico Francesco Severi di Frosinone per lo spot “Vincere non basta” si è aggiudicatoil Premio Miglior Backstage, con la motivazione: “Un backstage semplice, accattivante ed efficace non solo nel raccontare il lavoro svolto ma nel saper divenire a sua volta un momento di trasmissione dei valori di Vivere da Sportivi. Particolarmente apprezzabili anche la tecnica di realizzazione”A consegnare il premio:
    – il Direttore del Centro Sportivo della Guardia di Finanza Generale di Brigata Giorgio Bartoletti.
  • Istituto di Istruzione Superiore Piero Martinetti di Caluso (Torino)  per lo spot “Questo è sport” si è aggiudicato il premio come– Mioglior Spot Giuria Ufficiale – Trofeo Union Printing con la motivazione: “Girato e montato con efficacia professionale. Incalzante nel ritmo delle immagini e della musica. Capace di trasmettere la passione per lo sport”

    A consegnare il premio:
    – Roberto Pepponi, Amministratore Delegato Union Printing.

SPECIALI RICONOSCIMENTI FUORI CONCORSO

  • Al video realizzato dai Bambini dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma consegnato dal Prof. Antonio Lombardo dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata al Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Giuseppe Profiti;
  • Allo spot dal titolo Sporting! no doping! dell’Istituto di Istruzione Cine-Televisiva “Roberto Rossellini” di Roma premio consegnato dal Maestro Manuel De Sica.

 

Giuria Ufficiale

Presidente della Giuria
Prof. Franco B. Ascani
Presidente FICTS FÉDÉRATION INTERNATIONALE CINÉMA TÉLÉVISION SPORTIFS – IOC Member for Culture and Olympic Education

Sezione Video-Spot
Dott.ssa Diana Bianchedi
Medico Sportivo- Olimpionica e Medaglia d’Oro ai Mondiali di Scherma

Gen. B. Giorgio Bartoletti
Direttore Centro Sportivo Guardia di Finanza

Avv. Luca Pancalli
Presidente CIP Comitato Italiano Paralimpico

Dott. Alberto Miglietta
Amm. Del. CONI Servizi

Dott. Paolo De Andreis
Autore Rai – docente LUISS

Dott. Alberto Intini
Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Sezione Video
Dott. Alessandro Tappa
Presidente Sport senza Frontiere

Dott. Massimo Achini
Presidente CSI – Centro Sportivo Italiano

Dott. Michele Maffei
Presidente AMOVA – Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico

Dott.ssa Donatella Baglivo
Regista ed Autrice

Dott.ssa Laura Coccia
Commissione Sport e Cultura Camera dei Deputati

Dott.ssa Ewelina Jelenkowska-Luca
Capo Settore Stampa Media-Rappresentanza Commissione Europea in Italia

Commissione Ristretta per l’Assegnazione della medaglia del Presidente della Repubblica

Dott. Roberto Massucci
Direttore Osservatorio Manifestazioni Sportive- Min.Interni

Dott. Roberto Sgalla
Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato

Prof. Giuseppe Novelli
Magnifico Rettore Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Dott. Piercarlo Presutti
Capo Redattore Sport ANSA

Maestro Manuel De Sica
Compositore e Autore

Dott.ssa Simona Ercolani
Autrice-Regista-Produttrice cine-radio-televisiva

Fabrizio Passamonti
Permanent Mission of Italy to the International Organizations and United Nations – Cultural Activities

Coordinatore
Dott. Fabrizio Feliciani
Comunicazione e attività media